Crea sito

Author: coriintempesta

Le due volontarie rapite dagli amici terroristi

vanessa-e-gretaI terroristi anti-Assad hanno rapito, forse ucciso, due volontarie, loro fiancheggiatrici

Le due, tali Vanessa Marzullo, e Greta Ramelli, forse in cerca di avventure romantiche (o di altro tipo) si sono unite ai rivoltosi sul libro paga degli Usa che però le hanno rapite per fare soldi. Vai all’articolo per saperne di più

Ma dove è finito Mahmaoud Ahmadinejad?

admadinejadcomedonInformazione Scorretta

Questa era la dittatura di cui ci parlavano gli sciocchi nostrani. Guidati dalle loro letture come “Repubblica” e dalla loro banalità ci parlavano di dittatura e di un feroce dittatore. Oggi che ha perso le elezioni il Presidente Amhadinejad torna al lavoro (con l’autobus). Ce ne fossero di uomini così.

Eletto due volte alla presidenza dell’Iran, compiuto il suo secondo mandato, sconfitto alle ultime elezioni, Mahmaoud Ahmadinejad che cosa fa adesso? Ha ripreso il suo lavoro di professore all’università di Teheran, dove insegna ingegneria. Leggi Tutto…

La lettera di Putin al New York Times

ShowImageInformazione Scorretta

I recenti avvenimenti riguardanti la Siria mi hanno spinto a parlare direttamente al popolo americano e ai loro leader politici. E ‘importante farlo in un momento di insufficiente comunicazione tra le nostre società.

I rapporti tra noi sono passati attraverso diverse fasi. Ci siamo scontrati durante la guerra fredda. Ma siamo stati anche alleati un tempo e, insieme, abbiamo sconfitto i nazisti.Venne poi istituita l’organizzazione internazionale universale – le Nazioni Unite – per impedire il ripetersi di una tale devastazione. Leggi Tutto…

Intervista al presidente siriano Assad in esclusiva in italiano

assadInformazioneScorretta.com

Il Presidente della Repubblica araba siriana in un’intervista esclusiva a “Izvestia” – ha parlato della minaccia di invasione da parte degli Stati Uniti e dell’Occidente, dei rapporti con Vladimir Putin e sul destino comune dei russi e dei siriani. Ne proponiamo una nostra traduzione in italiano, non ufficiale.

Nel bel mezzo della crisi siriana Alexander Potapov e Yuri Matsarsky si sono incontrati a Damasco con il presidente Bashar Assad. In un’intervista esclusiva a “Izvestia”, il Presidente ha detto che in realtà non sta usando armi chimiche, ha commentato inoltre le dichiarazioni dei politici occidentali intenzionati a mettere pressione militare sulla Siria e ha espresso l’apprezzamento all’assistenza fornita dalla Russia e dal suo presidente al popolo siriano. Leggi Tutto…

Continuano le risse a Cori fra rumeni e indiani

rissa a cori rumeni indianiRissa, la terza nel giro di pochi giorni, a Cori intorno alle 18.30 di questa  domenica sera (11 agosto 2013) nella zona di Porta Romana. Coinvolti, come nei precedenti episodi registrati, appartenenti alle due comunità straniere di indiani e romeni presenti nella zona.

Sempre vicino lo stesso muretto, infatti, da tempo si sono stanziati elementi soliti trascorrere le proprie giornate e notti ubriacandosi per poi animarsi in focose discussioni che ultimamente sono finite sempre allo stesso modo ovvero in pugni e calci.

Due le auto dei carabinieri intervenute sul posto, procseguono gli accertamenti.

(h24notizie)

Xkeyscore: il programma per spiare il mondo

zmappaxkey-300x168Informazione Scorretta

Nuove rivelazioni sui sistemi di sorveglianza della NSA dimostrano come sia possibile poter accedere a miliardi di e-mail, chat online, o visite sui siti internet attraverso un vasto programma di aggregazione chiamato XKeyscore. Non più quindi, come qualcuno aveva cercato di dire, un aggregatore di metadati, e quindi utile per leggere grandi quantità di dati, ma non spiare nello specifico chiunque: bensì proprio un programma in grado con un click di dirci qualsiasi cosa sull’utente in questione, dati personali, siti visitati e via dicendo. Leggi Tutto…

Il sindaco di Cori Tommaso Conti distrugge il PD e analizza la situazione

Il sindaco del nostro paese, Cori (LT), appartenente ad un partito che non ci rappresenta ossia il Partito Democratico, interviene ad una riunione locale e per quanto ci riguarda non possiamo che stimarlo per l’analisi semplice, ma chiarissima. Intervento di una passione popolare e politica indubbia che non riguarda solo un paese ma l’intera nazione.

La grande truffa della Nato economica, il Ttip (II)

 

nat

di: Paolo FerreroIlFattoQuotidiano.it -

Nella prima puntata di questo articolo, pubblicata su questo blog il 19 luglio scorso, ho segnalato come il Transatlantic trade and Investment Partnership produrrebbe gravissimi danni alla civiltà europea ed italiana in particolare. Questo in termini di distruzione del welfare pubblico e dei beni comuni, di distruzione dell’ambiente, dell’agricoltura di qualità ed in particolare di quella basata sui cicli corti, ecc.

In questa seconda ed ultima puntata vorrei segnalare gli altri problemi che emergono da questo trattato sul piano economico e geopolitico. Leggi Tutto…

«Sicurezza» garantita dalla Lockheed

di: Manlio Dinucci

muoIl satellite più pesante (quasi 7 tonnellate) finora lanciato con un razzo Atlas: è il Muos-2, messo in orbita pochi giorni fa da Cape Canaveral. La costellazione di cinque satelliti, di cui due già in orbita e funzionanti, sarà pienamente operativa nel 2015, annuncia la Lockheed Martin, principale contrattista del Mobile User Objective System, il sistema di comunicazioni di nuova generazione, «elemento critico della sicurezza nazionale Usa». Attraverso le grandi antenne paraboliche di quattro stazioni terrestri, di cui una a Niscemi, collegherà le unità navali, aeree e terrestri mentre sono in movimento, in qualsiasi parte del mondo si trovino.

La Lockheed Martin comunica anche di aver messo a punto il primo dei nuovi satelliti Gps III per la U.S. Air Force, che dal 2014 renderanno cacciabombardieri e droni ancora più letali.  Leggi Tutto…

Una serie di telefilm aveva previsto 11/9 e antrace

11/9
di Shoestring 9/11.
con nota di Pino Cabras in coda all’articolo  -http://megachip.globalist.it -
The Agency, un’importante serie di telefilm della CBS sulla CIA che si iniziò a trasmettere alla fine di settembre del 2001, era caratterizzata da trame ricche di notevoli analogie con gli attentati dell’11/9 e con gli attacchi all’antrace che si sono verificati negli USA subito dopo. Uno dei produttori esecutivi della serie ha affermato che i paralleli erano così evidenti che «le persone mi chiedono: ‘Stiamo mostrando i cattivi della nostra sceneggiatura?’», Perché «sembrano essere una sorta di seguito, in qualche maniera, delle cose che stiamo facendo.» [1]
Risulta significativo che queste storie siano state scritte prima dell’11 settembre, e che i telefilm furono realizzati godendo di una vasta assistenza da parte della CIA. Alcune delle trame della serie, tra cui quelle che assomigliavano Leggi Tutto…

La CIA finanzia uno studio sulla geoingegneria

geoingegneria

di: Steve Watson

La CIA sta finanziando uno studio scientifico per determinare la possibilità di alterare il clima del pianeta, con lo scopo di scongiurare il cambiamento climatico, secondo alcuni documenti rilasciati dalla National Academy of Sciences. Leggi Tutto…

Psicologia politica: come distrarre la massa dai veri problemi

propaganda

di: Barbara Collevecchio – IlFattoQuotidiano.it

Miss ItaliaCalderoli? insulti, boutade, interminabili botta e risposta e indignazioni on line? Temi importanti o abili strategie mediatiche e politiche per  distrarre l’attenzione?

Le tecniche di manipolazione psicologica sociale hanno dei padri fondatori e lunga storia.Gustave Le Bon etnologo e psicologo (fu uno dei fondatori della “Psicologia sociale”) fu il primo a studiare scientificamente il comportamento delle folle, cercando di identificarne i caratteri peculiari e proponendo tecniche adatte per guidarle e controllarle. Per questa ragione le sue opere vennero lette e attentamente studiate dai dittatori totalitari del novecento, i quali basarono il proprio potere sulla capacità di controllare e manipolare le masse. Tema centrale di Le Bon è : “Nell’anima collettiva, le attitudini intellettuali degli uomini, e di conseguenza le loro individualità, si annullano. L’eterogeneo si dissolve nell’omogeneo e i caratteri inconsci predominano”. Leggi Tutto…

Detroit in bancarotta, modello di fallimento anche per l’Europa?

detroit

di: Loretta Napoleoni

La culla del capitalismo industriale americano, la città dove il leggendario Henry Ford aveva iniziato a produrre l’automobile, quella che faceva invidia a mezza America, ha dichiarato questa settimana bancarotta. Un tempo il quarto comune più grande d’America, oggi Detroit è popolata da poco meno di 700 mila persone, sulle quali grava un debito di 18 miliardi di dollari. Secondo le stime entro il 2017 questo avrebbe assorbito il 65 per cento delle entrate della città, da qui la decisione di non trascinarlo ulteriormente nel tempo; in altre parole: la bancarotta era l’unica soluzione per evitare la popolazione si trovasse presto a dover vivere in condizioni simili a quelle dei paesi più poveri del terzo mondo. Leggi Tutto…

Disoccupazione mondiale. Sono 93 milioni i lavoratori disoccupati nelle nazioni del G20

di: Michael Snyder

disoccupazioneSapevate che il numero totale dei lavoratori disoccupati nei paesi del G20 è pari a 93 milioni e che è in continuo aumento ogni giorno che passa? Vedete, la verità è che gli Stati Uniti non sono gli unici a doversi confrontare  con una sistemica crisi della disoccupazione. Questo è ciò che sta letteralmente accadendo in tutto il pianeta. Quindi quale è il motivo che sta causando questa crisi? Esiste qualche speranza di recupero? Beh, purtroppo ci sono diverse tendenze a lungo termine che si sono sviluppate per decenni e che hanno giocato un ruolo importante nel portarci a questo punto. Prima di tutto, le grandi multinazionali che ormai dominano totalmente l’economia mondiale hanno capito che possono fare molti più soldi sostituendo i lavoratori costosi che vivono nelle maggiori nazioni industrializzate con i lavoratori che vivono in paesi dove è legale pagare salari da schiavi. Non è quindi un grande mistero il motivo per cui c’è un problema enorme con la disoccupazione nel mondo occidentale. Se si gestisce una multinazionale, perché si dovrebbero assumere lavoratori che costeranno Leggi Tutto…

Vogliono azzannare l’Italia

finanza

di: Ernesto Ferrantewww.rinascita.eu

Per fortuna, in questo nostro strano paese, non tutti dormono o inseguono conigli di pezza. Oltre agli apostoli dello scontrino esatto e agli ultras del “Buono è bello ma buonismo ancor di più”, esistono anche persone che riescono a mettere a fuoco le insidie reali nonostante il polverone dei falsi pericoli fatto alzare dai soliti manovratori. Per la speculazione organizzata internazionale, non esiste niente di meglio di un paese sprovvisto di un solido governo, mancante di una classe politica degna di tale appellativo, con dei sindacati autoreferenziali ed appiattiti sullo spartito confindustriale ed un popolo per gran parte assuefatto o distratto. Accade così che l’ennesimo declassamento sull’affidabilità dell’Italia a BBB (due gradini dal livello spazzatura) per mano di Standard & Poor’s, arrivato nei giorni scorsi, guarda caso, in un momento di grande confusione e a poca distanza dalla chiusura della procedura di infrazione Leggi Tutto…

La grande truffa della Nato economica, il Ttip (I)

trade

di: Paolo Ferrero

Il 14 giugno scorso Enrico Letta – insieme ai suoi colleghi capi di governo europei, ha dato il via libera alla Commissione Europea per aprire le trattative con gli Stati Uniti al fine di stipulare ilTransatlantic Trade and Investment Partnership, cioè la costruzione di un mercato unicoper merci, investimenti e servizi tra Europa e Nord America.

Il 12 luglio scorso si è conclusa a Washington la prima sessione di trattative ufficiali tra la Ue e gli Usa e il capo negoziatore dell’Unione Europea, Ignazio Garzia-Bercero, uscendo dai colloqui, ha commentato “è stata una settimana molto produttiva”. Questo perché “l’obiettivo principale è stato raggiunto: abbiamo avuto un giro di colloqui sostanziali su tutta ala gamma di argomenti che intendiamo inserire in questo accordo”. Su questa base le delegazioni di Usa e Ue hanno riconvocato la nuova sessione di trattative nella settimana del 7 ottobre a Bruxelles. Leggi Tutto…

Senza via d’uscita

di: Paolo Cardenàwww.vincitorievinti.com -
italiaNei giorni scorsi si è letto a proposito di  uno studio, svolto da parte dell’esecutivo, finalizzato all’abbattimento del debito pubblico di circa 400 miliardi di euro. Un intervento shock tale da ridurre l’indebitamento a circa 1600 miliardi di euro, ossia poco più del 100% (110% ?) del PIL. Dei 400 miliardi di debito da tagliare,  100 deriverebbero dalla vendita di beni pubblici per 15-20 miliardi l’anno (in sostanza il programma Grilli); 40-50 miliardi dalla costituzione e cessione di società per le concessioni demaniali; 25-35 miliardi dalla tassazione ordinaria delle attività finanziarie detenute in Svizzera (5-7 miliardi l’anno); i restanti 215-235 miliardi dall’operazione shock, appunto.
Verrebbe individuata una porzione di beni patrimoniali e diritti dello Stato, a livello centrale e periferico, disponibili e non strategici, e venduta a una società di diritto privato di nuova costituzione partecipata principalmente da banche, assicurazioni, fondazioni bancarie ed altri soggetti . La società emetterebbe obbligazioni a 15-20 anni garantite dai beni. Essendo emessi da un soggetto privato, tali titoli non entrerebbero nel computo del debito pubblico. Lo Stato incasserebbe il corrispettivo portandolo direttamente a riduzione del debito pubblico, con conseguente risparmio di interessi. Negli anni di vita del prestito obbligazionario la società procederebbe alla valorizzazione della redditività dei beni. Alla scadenza dei singoli lotti del prestito obbligazionario, ovvero anche Leggi Tutto…

Bye bye made in Italy, assalto ai grandi marchi

made in italy

Addio Riso Scotti, Chianti, Pasticceria Cova, salumi Fiorucci o latte Parmalat! L’Italia spalanca la sua cassaforte industriale e si lascia portar via i gioielli di famiglia. Marchi icone emblematiche della sua fama, nel corso degli ultimi vent’anni, la maggior parte dei suoi fiori all’occhiello sono stati ceduti a grandi gruppi stranieri, in particolare francesi come la holding LVMH.

LVMH si fa un regalo di cachemire
Il mese scorso, il gruppo della famiglia Pinault, che aveva già iniziato lo shopping transalpino nel 1999, appropriandosi di Gucci dopo altre etichette di lusso, ha fatto di recente un’offerta di acquisto per la Pasticceria Cova [di Milano ndt] Leggi Tutto…

11/09, chi ha inventato le false telefonate dagli aerei?

telefonata

di: Giulietto Chiesa

Come promesso ai lettori di questo blog, continuo a informarli sulla prosecuzione dei lavori del ‘9/11 Consensus Panel, del quale faccio parte (colgo l’occasione per informare anche che due nuovi membri si sono aggiunti al panel e si tratta di Jonathan Cole, ingegnere civile, e di Daniele Ganser, storico, direttore del SIPER (Swiss Institute for Peace and Energy Research), docente dell’Univesrità di San Gallo e dell’Università di Basilea) . Leggi Tutto…

La Nato in stand by pronta all’attacco

nato

di: Manlio Dinucci

Come un dispositivo elettronico in modalità d’attesa, il Comando della forza congiunta alleata a Napoli (Jfc Naples) è tenuto ufficialmente in «standby», ossia pronto in qualsiasi momento a entrare in guerra. Ha ricevuto dal Comandante supremo alleato in Europa (che è sempre un generale statunitense nominato dal Presidente) l’incarico di mantenere in massima efficienza la Forza di risposta Nato – composta da unità terrestri, aeree e navali tecnologicamente più avanzate – in grado di effettuare entro 48 ore «qualsiasi missione in qualsiasi luogo». Leggi Tutto…

11 segni che l’Italia sta finendo in una depressione economica

PISA TORRE

di: Michael Snyder

Quando si ha troppo debito, iniziano ad accadere cose davvero brutte. Purtroppo questo è esattamente ciò che sta accadendo in Italia in questo momento. Le dure misure di austerità stanno facendo rallentare l’economia italiana ancora più di prmia. Eppure, anche con tutte le misure di austerità, il governo italiano continua solo ad accumulare più debito. Questo è esattamente lo stesso percorso che ha intrapreso la Grecia.

L’austerità provoca un calo nelle entrate pubbliche, cosa che impedisce il raggiungimento degli obiettivi di riduzione del deficit, cosa che provoca ancora più misure di austerità. Ma se l’Italia crolla economicamente, sarà un affare molto più grande di quello che è stato in Grecia. L’Italia è la nona economia su tutto il pianeta. In realtà l’Italia era ottava, ma ora la Russia l’ha sorpassata. Leggi Tutto…

Snowden scopre lo scandalo scie chimiche

zchemtrail-7Informazione Scorretta

Snowden ha rivelato un enorme scandalo di spionaggio, ma non solo….

MOSCOA, Russia – Edward Snowden, hacker che ha avuto accesso a tutti gli angoli segreti di Internet durante il suo mandato alla NSA, si è presentato con i dettagli di un progetto classificato segreto in cui si parla dell’impiego di chemtrails (scie chimiche) per modificare il clima del pianeta.

La verità scioccante, come dice, è che le scie chimiche fanno parte di un programma di beneficenza destinato a lottare contro il riscaldamento climatico.

In collaborazione segreta con i fabbricanti di reattori, gli agenti del governo hanno accuratamente mantenuto segreto il reale obiettivo delle scie chimiche. Leggi Tutto…

Riconoscimento facciale: il pericolo “Grande Fratello” viene dalla FBI

zfaccia-300x168Informazione Scorretta

Presto l’FBI avrà finito di costruire una banca dati contenente le fotografie, impronte digitali e altri dati biometrici per milioni di americani: l’agenzia è stata però tutt’altro chiara nel fornire i dettagli. Una nuova causa intentata questa settimana propone di cambiare la situazione.

La Electronic Frontier Foundation, un gruppo no-profit digitale, ha citato in giudizio il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti di questa settimana per non aver rispettato l’atto multiplo sulla libertà di informazione. Leggi Tutto…

Quarto giorno di sciopero in Findus contro i licenziamenti

Findus sciopero licenziamentiCisterna di Latina – 9 luglio 2013 –  Di nuovo nessun accordo sindacale fra i lavoratori e la proprietà della Findus, società di surgelati con sede in Italia a Cisterna di Latina. Non potrebbe essere altrimenti: il sistema liberal ha creato dei veri e propri mostri; la Findus è di proprietà di una private equity inglese, vale a dire una società specializzata in alchimie finanziarie ed hedge funds.

Cosa dovrebbe interessare ad una società che ha come unico scopo il profitto l’industrializzazione del tessuto produttivo italiano? Che poi in questa industrializzazione passino anche gli stipendi per la sopravvivenza di centinaia di famiglie è solo un dettaglio. Leggi Tutto…

ONU: 7000 bimbi palestinesi torturati e violentati da Israele

zisraeli2-225x300La colpa di questi bimbi? aver lanciato sassi contro i blindati dei soldati.

Un dossier a dir poco shock è stato diffuso in queste ore dall’Organizzazione delle Nazioni Unite. Nel dossier in questione, si legge che dal 2000 ad oggi più di 7000 bambini palestinesi sono stati torturati, picchiati e talvolta anche violentati da parte delle Forze dell’Ordine israeliane.

Migliaia i bambini che sono stati processati e rinchiusi in carcere, in un regime di totale isolamento. Insomma, una situazione davvero disumana e a dir poco vergognosa, di fronte alla quale il mondo intero non può restare in silenzio.

Spesso, questi bambini venivano strappati dalle loro famiglie senza alcun tipo di avviso e rinchiusi o in carcere oppure in centri “di riabilitazione”. E la cosa più grave è che nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di bambini adolscenti, che non avevano ancora raggiunto la maggiore età. Leggi Tutto…

Egitto di nuovo nel caos: le rivoluzioni colorate buone e quelle cattive

tahrir-300x199Altra grande manifestazione in Egitto per il 30 giugno: ma la stampa e la società civile occidentale ormai non se ne interessa più; dai paginoni sulla rivoluzione si è passati a trafiletti di cronaca internazionale: come mai?

Come riflette Maurizio Blondet sul suo effedieffe, Piazza Tahrir, pur continuando incessantemente a protestare contro il governo dei Fratelli Musulmani e il Presidente Morsi, non rientra più negli interessi dei mass media. Questo per un motivo molto semplice: dopo la “rivoluzione” che ha portato proprio la Fratellanza Musulmana al potere, l’Egitto è di nuovo e saldamente alleato con gli Stati Uniti. Quindi il processo di rinnovamento è per l’occidente completato. E poco importa se la situazione alimentare del paese sia emergenziale: tre ministri degli esteri Usa hanno già visitato il Paese, consacrando così un governo non riconosciuto dalla magigoranza della popolazione e Obama ha ripreso gli aiuti militari con più di un miliardo di dollari da poco elargito. Leggi Tutto…

Il “film geopolitico” della crisi

di: Fabio Falchi

wstreA differenza di molti commentatori, interessati in particolar modo ad evidenziare gli squilibri del sistema finanziario internazionale per comprendere l’attuale crisi del capitalismo occidentale, noi abbiamo sempre cercato di comprendere tali squilibri alla luce del conflitto geopolitico. Per questo motivo, siamo convinti che anche un libro, indubbiamente utile e prezioso, come Il film della crisi, di Giorgio Ruffolo e Stefano Sylos Labini, (1) non colga appieno il significato di quella mutazione del capitalismo che Luciano Gallino definisce come “finanzcapitalismo”. (2) Ovverosia quell’enorme espansione del capitalismo finanziario, favorita dalla deregolamentazione dei movimenti internazionali dei capitali che si iniziò negli anni Ottanta con la Thatcher e Reagan e che portò, nel 1999, all’abolizione della legge bancaria del 1933, nota come Glass-Steagall Act, da parte dell’amministrazione Clinton. Leggi Tutto…

Veti atlantici

cop

di: Tommaso Di Francesco

Ha fatto bene Sel ieri a giudicare «inaccettabile» l’intesa raggiunta tra i capigruppo Pd-Pdl sulla presidenza del Copasir, il Comitato di controllo sui servizi segreti. Un’intesa pesante, banco di prova dell’ibrido governo Letta-Berlusconi nato all’ombra del ri-presidente Napolitano. Inaccettabile perché il governo ha rifiutato la candidatura al Copasir di Claudio Fava. Non poteva essere sopportato che a presiederlo fosse un deputato che ha denunciato, per dieci anni, il ruolo nefasto dei nostri servizi segreti e della Cia nel coinvolgimento sulle extraordinary rendition; un intellettuale che ha Leggi Tutto…

Vent’anni di trame – Così Sarkozy fregò Gheddafi (e l’Italia)

Le Monde: Nicolas trascinò l’Europa in guerra per nascondere gli aiuti del Colonnello. Ora cerca di cancellare le prove

di: Fausto Biloslavo

I servizi segreti sono alla caccia di settanta scatoloni pieni di cassette audio e video che contengono le registrazioni degli incontri e delle telefonate fra il defunto colonnello Gheddafi ed i dignitari di mezzo mondo, quando veniva trattato con i guanti bianchi.

Il primo a doversi preoccupare degli scottanti contenuti delle registrazioni è l’ex presidente francese Nicolas Sarkozy, come sostiene il quotidiano le Monde che è tornato sul finanziamento libico alla campagna elettorale di Sarkozy nel 2007.
Nel marzo 2011, poche ore prima dei bombardamenti della Nato sulla Libia, Muammar Gheddafi rilasciava a il Giornale l’ultima intervista della sua vita ad una testata italiana. Alla domanda sull’interventismo francese che ha spinto in guerra mezza Europa, compreso il nostro Paese, rispondeva: «Penso che Sarkozy ha un problema di disordine mentale. Ha detto delle cose che possono saltar fuori solo da un pazzo». Leggi Tutto…

Vent’anni di trame – Quando Hillary spiava il Cav per vincere la guerra del gas

Intrigo internazionale: svelate le strategie occulte di Berlino, Londra e Washington contro l’asse Roma-Mosca

di: Gian Micalessin

«Quali sono i punti di vista dei funzionari del governo e di quelli dell’Eni sulle relazioni nel settore energia dell’Italia con la Russia e con il progetto South Stream… Vi preghiamo di fornire ogni informazione sui rapporti tra i funzionari dell’Eni, incluso il presidente Scaroni e i componenti del governo, specialmente con il primo ministro Berlusconi e il ministro degli Esteri (all’epoca Franco Frattini, ndr)».

La pressante richiesta d’informazioni è contenuta in un cablogramma segreto, datato gennaio 2010, inviato all’ambasciata di Roma dalla segreteria di stato Usa guidata da Hillary Clinton. La richiesta sembra quasi anticipare alcune inchieste giudiziarie destinate a colpire in periodi successivi alcune nostre importanti aziende di stato, Leggi Tutto…