Crea sito
venerdì 30 gennaio, 2015
Headline

Operazione Isis, obiettivo Cina

Operazione Isis, obiettivo Cina
di: Manlio Dinucci – www.ilmanifesto.it - Mentre l’Isis diffonde attraverso le compiacenti reti mediatiche mondiali  le immagini della terza decapitazione di un cittadino occidentale, suona un altro campanello di allarme: dopo essersi [...]

I «salvatori» dell’Iraq

I «salvatori» dell’Iraq
di: Manlio Dinucci – www.ilmanifesto.it - I primi cacciabombardieri Usa, che in Iraq hanno attaccato l’8 agosto obiettivi nella zona controllata dall’Isis, sono decollati dalla portaerei battezzata «George H. W. Bush», in onore del [...]

Obama: «prove» segrete contro Assad

Obama: «prove» segrete contro Assad
di: Manlio Dinucci – www.ilmanifesto.it - Il governo siriano ha compiuto il peggiore attacco chimico di questo secolo: lo dichiara il presidente Obama in base all’inchiesta della comunità di intelligence Usa, la tentacolare rete [...]

L’arma del silenzio mediatico

di: Manlio Dinucci Si dice che il silenzio è d’oro. Lo è indubbiamente, ma non solo nel senso del proverbio. È prezioso soprattutto come strumento di manipolazione dell’opinione pubblica: se sui giornali, nei Tg e nei talk show [...]

Plutone riemerge dagli inferi

di: Manlio Dinucci «Site Pluto» (sito Plutone) era, durante la guerra fredda, il maggiore deposito di armi nucleari dello U.S. Army in Italia. Nei suoi sotterranei, all’interno di una collina a Longare (Vicenza), si tenevano oltre [...]

I have a dream: il crollo Usa

di: Manlio Dinucci Finalmente – dopo essere stati per oltre due secoli vittime di guerre, invasioni e colpi di stato da parte degli Stati uniti – i popoli di Asia, Africa e America latina hanno deciso che è ora di farla finita. [...]

Da che pulpito viene la predica

di: Manlio Dinucci «Profondamente preoccupati per l’intensificazione della violenza», che rischia di allargare il conflitto a dimensioni regionali, chiedono con fermezza «la cessazione della violenza armata in tutte le sue forme». [...]

Dopo la strage degli innocenti

di: Manlio Dinucci Una delle capacità dell’Arte della guerra del XXI secolo è quella di cancellare dalla memoria la guerra stessa, dopo che è stata effettuata, occultando le sue conseguenze. I responsabili di aggressioni, invasioni [...]

Alba rosso sangue a Kabul

di: Manlio Dinucci Attraversata la scura nube della guerra, ora all’orizzonte appare la luce del nuovo giorno: con questa consunta immagine retorica, il presidente Obama ha annunciato l’accordo siglato a Kabul col presidente Karzai. Gli [...]

Chi ci difende dalle atrocità

di: Manlio Dinucci Chi dubitava che Barack Obama non meritasse il Premio Nobel per la pace, ora deve ricredersi. Il presidente ha annunciato la creazione dell’Atrocities Prevention Board, un apposito comitato della Casa Bianca per la «prevenzione [...]

Un pozzo senza fondo: i 90 F-35 costeranno oltre 10 miliardi di euro

di: Tommaso Di Francesco e Manlio Dinucci Monti, con sostegno bipartisan, si è limitato a ridurre da 131 a 90 il numero dei caccia da acquistare La crisi economica, ha documentato il Censis, ha colpito in Italia soprattutto i giovani, un [...]

Libia un anno fa: memoria corta

di: Manlio Dinucci Uno degli effetti delle armi di distrazione di massa è quello di cancellare la memoria di fatti anche recenti, facendone perdere le tracce. È passato così sotto silenzio il fatto che un anno fa, il 19 marzo, iniziava [...]

Il «dimagrimento» del militare

di: Manlio Dinucci Anche le forze armate devono subire un «sostanziale dimagrimento»: lo ha annunciato alle commissioni difesa di Senato e Camera il ministro Giampaolo Di Paola. Il governo Monti dimostra così che, di fronte alla crisi, [...]

La privatizzazione del conflitto

di: Manlio Dinucci Qual è il mestiere più pericoloso nelle forze Usa/Nato in Afghanistan? Non quello del soldato, come potrebbe sembrare, ma del contractor. Secondo i dati ufficiali, sono stati uccisi in Afghanistan, l’anno scorso, [...]

La diplomazia armata di Monti

di: Manlio Dinucci Giulio Terzi di Sant’Agata, ministro degli esteri del governo Monti, ha illustrato al Senato la partecipazione dell’Italia agli «sforzi della comunità internazionale per promuovere la pace». Di pace se ne [...]

La guerra nelle parole della «nostra» Difesa

di: Manlio Dinucci I «raid» si chiamano «missioni di difesa» ma i jet italiani hanno sganciato un migliaio di bombe e missili Il contributo delle Forze armate italiane alle «operazioni in Libia» – dapprima Odissey Dawn, in seguito [...]

L’Europa nella «rotazione» Usa

di: Manlio Dinucci Due brigate corazzate pesanti Usa di stanza in Germania, per complessivi 7mila uomini, stanno facendo i bagagli per tornare a casa: lo ha annunciato il segretario alla difesa Leon Panetta. Finalmente Washington, sotto la [...]

Guerra, ma con aerei low cost

di: Manlio Dinucci In soccorso del caccia F-35 scende in campo il generale Leonardo Tricarico, già capo di stato maggiore dell’aeronautica, che con piglio autoritario bacchetta quei politici e giornalisti «avventuratisi su temi militari [...]

Happy New Year dalle Hawaii

di: Manlio Dinucci Dopo un anno faticoso ma pieno di soddisfazioni, culminato con la guerra alla Libia e l’uccisione di Gheddafi, il presidente Obama si è concesso una meritata vacanza alle Hawaii. Da qui, il 31 dicembre, ha augurato [...]

La sicurezza di Babbo Natale

di: Manlio Dinucci Ogni anno, si racconta ai bambini, Babbo Natale fa il giro del mondo su una slitta volante, trainata da renne. Ma chi si occupa della sua sicurezza? Il Norad, il Comando di difesa aerospaziale nordamericano. Il 24 dicembre, [...]

Le smart bombs di Wall Street

di: Manlio Dinucci Ci sono vari tipi di smart bombs, «bombe intelligenti», usate da quello che Les Leopold definisce efficacemente il «governo segreto di Wall Street», la potente oligarchia finanziaria che controlla lo stato (http://www.voltairenet.org/Wall-Street-secret-government). [...]

Tranquilli, al futuro ci pensa il nuovo F35

Sprechi militari L'impegno dell'Italia nella produzione e nell'acquisto (ne ha ordinati 131 senza sapere quanto salato sarà il prezzo finale) dell'aereo Lockheed Martin. Un pozzo senza fondo. di: Manlio Dinucci Un programma costosissimo, sostenuto [...]

Tutta l’Europa sotto il peso dello «scudo» americano e Nato

di: Manlio Dinucci e Tommaso Di Francesco Reazione di Medvedev: missili Iskander a Kaliningrad Sistema antimissile, così Washington prepara non più sicurezza ma più tensioni belliche Il presidente russo Medvedev ha accusato ieri gli Stati [...]

I «liberatori» venuti dal Qatar

di: Manlio Dinucci I miraggi sono frequenti, specie nel deserto libico. Ne è affetto Farid Adly che, convinto della «genuinità della rivoluzione», continua a vedere un Cnt che «ha sì chiesto, accortamente, l’aiuto delle forze internazionali, [...]

In Libia il business armato

di: Manlio Dinucci Terminata l’Operazione Protettore Unificato, mentre la Nato «continua a monitorare la situazione, pronta ad aiutare se necessario», si è aperta in Libia la corsa all’oro anche per le imprese occidentali minori. [...]

Un’altra vittoria del War Party

di: Manlio Dinucci Il War Party (WP), il partito transnazionale della guerra, ha iscritto nel suo albo d’oro un altro successo: la guerra di Libia. Decisa dalla Cupola del potere – il massimo organo dirigente la cui composizione [...]

Il Grande Gioco africano

di: Manlio Dinucci Dopo che il «Protettore Unificato» ha demolito lo stato libico, con almeno 40mila bombe sganciate in oltre 10mila missioni di attacco, e fornito armi anche a gruppi islamici fino a ieri classificati come pericolosi terroristi, [...]

Assediati nelle fortezze

di: Manlio Dinucci A forza di fare guerre, gli Stati uniti si sono fatti sempre più nemici. Sono quindi preoccupati per la sicurezza delle loro ambasciate, che sono non solo sedi diplomatiche ma centri operativi dei servizi segreti e dei comandi [...]

Protezione civile, a Pisa ci pensa il comando Usa

di: Manlio Dinucci Stasera (ieri,NdA) a Pisa precipiterà un aereo: una simulazione nel quadro del «Piano di protezione civile in caso d’incidente aereo», di cui il Comune è fiero poiché si tratta del primo del genere promosso in Italia [...]

L’incendio è fuori controllo

di: Manlio Dinucci A Washington avevano pensato di poter domare le fiamme della ribellione popolare propagatesi nei paesi arabi loro alleati, e di dar fuoco ad altri che non controllano (ci sono riusciti in Libia), così da costruire sulle ceneri [...]